Libro di teoria - V.1

edizione 1 - 2013

Modifiche alla legge sulla navigazione

Le principali modifiche possono essere trovati qui

Capitolo 1

Categorie di permessi (Completamento Capitolo 1.2)

Cat. A
La validità del permesso della categoria A può essere limitata ai natanti a vela con motore.

Cat. E
La validità del permesso della categoria E ad un determinato tipo di natante.

I natanti per la condotta dei quali non occorre avere un permesso possono essere dati in noleggio soltanto a persone che hanno raggiunto l’età minima seguente:

  1. 14 anni compiuti per i natanti motorizzati e i natanti a vela;
  2. 10 anni compiuti per gli altri natanti.

Rilascio di licenze, patenti, autorizzazioni (Correzione Capitolo 1.7)

Se la competenza non è della Confederazione, il permesso di condurre, il brevetto radar ufficiale o l’autorizzazione ufficiale per la navigazione a mezzo radar, sono rilasciati dall’autorità del cantone nel quale il candidato ha il suo domicilio o soggiorna in modo permanente.

Revoca delle patenti di conducente (Completamento Capitolo 1.8)

Esse possono essere revocate se non sono state osservate le limitazioni o le condizioni speciali alle quali il rilascio era subordinato, oppure non sono state pagate le imposte o gli emolumenti per il natante.


Acquisizione del permesso di condurre (Correzione Capitolo 1.10)

Devono essere in possesso di un permesso di condurre svizzero:

  1. le persone residenti in Svizzera da oltre dodici mesi;
  2. le persone che pilotano a titolo professionale natanti delle categorie B, C ed E immatricolati in Svizzera.

Condizioni mediche (nuovo Capitolo)

ll candidato all’ottenimento di un permesso di condurre deve:

  1. essere fisicamente e psichicamente idoneo a condurre un natante, in particolare avere un udito ed una vista sufficienti e non presentare, in base al suo comportamento precedente, difetti di carattere che facciano presumere l’incapacità del candidato ad assumere la responsabilità che gli incombe quale conduttore;
  2. aver superato l’esame prescritto.

Un certificato medico può essere richiesto nel caso che si dubiti dell’attitudine psichica o fisica del candidato da un medico di fiducia ogni 5 anni fino all’età di 50 anni, ogni 3 anni da 51 fino a 70 e ogni 2 anni dopo questa età. Un certificato medico è invece obbligatorio per i candidati all’ottenimento di permessi delle categorie B e C, come pure per tutti coloro di età superiore a 65 anni.
I titolari di un permesso delle categorie B o C devono farsi visitare da un medico di fiducia ogni 5 anni fino all’età di 60 anni e ogni 3 anni dopo questa età.

Inidoneità all guida (nuovo Capitolo)

Chiunque sotto l'influsso di alcol, stupefacenti o medicamenti oppure per altri motivi non ha la necessaria capacità fisica o psichica, durante il periodo di incapacità non è ritenuto idoneo alla guida e non può condurre un battello, partecipare alla sua conduzione o esercitarvi un servizio nautico a bordo.

È considerato in ogni caso inidoneo alla guida per influsso alcolico (ebrietà) chiunque conduca un natante o partecipi alla sua conduzione se:
a. presenta una concentrazione di alcol nel sangue dello 0,50 per mille o superiore; oppure
b. ha nell'organismo una quantità di alcol che determina una tale concentrazione.

È considerato inidoneo alla guida per ebrietà chiunque conduca un natante impiegato a titolo professionale, partecipi alla sua conduzione o eserciti un servizio nautico a bordo se:
a. presenta una concentrazione di alcol nel sangue dello 0,10 per mille o superiore; oppure
b. ha nell'organismo una quantità di alcol che determina una tale concentrazione.

È considerata ebrietà qualificata una concentrazione di alcol nel sangue dello 0,80 per mille o superiore.

È considerato inidoneo alla guida per influsso di stupefacenti chiunque presenti valori del sangue pari o superiori ai valori limite definiti nell’ONI

Divieto di esercizio dell’attività nautica (nuovo Capitolo)

La polizia dispone il divieto di condurre natanti, di partecipare alla loro conduzione o di esercitare un servizio nautico a bordo se la persona controllata:
a. non è titolare del permesso richiesto o ha guidato nonostante il rifiuto o la revoca del permesso;
b. in uno stato che esclude di condurre con sicurezza, conduce un natante per il quale non è richiesto un permesso di condurre o partecipa alla sua conduzione;
c. ha un tasso alcolemico, accertato dall'analisi dell'alito, pari o superiore allo 0,50 per mille;
d. conduce un natante impiegato a titolo professionale, partecipa alla sua conduzione o vi esercita un servizio nautico e ha un tasso alcolemico, accertato dall'analisi dell'alito, pari o superiore allo 0,10 per mille;
e. non osserva una condizione concernente la vista o l'udito.

Denunce (nuovo Capitolo)

La polizia notifica le denunce per infrazioni alle disposizioni sulla navigazione a carico di titolari di permessi di condurre natanti all’autorità competente in materia di navigazione interna del cantone in cui è domiciliato l’autore dell’infrazione.

Sospetto di inidoneità alla guida
Se la polizia viene a conoscenza di fatti che possono comportare un rifiuto o una revoca del permesso di condurre, quali una grave malattia o una tossicomania, li comunica all’autorità competente in materia di navigazione interna che ha rilasciato il permesso.

Difetti dei natanti
La polizia notifica all’autorità di ammissione i natanti che hanno subito danni gravi a seguito di un incidente o che hanno presentato gravi difetti nel corso di un controllo.

Accertamento dell’inidoneità alla guida (nuovo Capitolo)

Chiunque conduce un battello, partecipa alla sua conduzione o vi esercita un servizio nautico a bordo può essere sottoposto a un'analisi alcolemica dell'alito.

Se palesa indizi di inidoneità alla guida che non sono o non sono unicamente riconducibili all'influsso dell'alcol, la persona interessata può essere sottoposta ad altri esami preliminari, segnatamente all'esame dell'urina e della saliva.

Analisi dell’alito

Lʼinidoneità alla guida è considerata accertata se la persona controllata:
a. ha condotto un natante o ha partecipato alla sua conduzione, il valore più basso delle due misurazioni corrisponde a un tasso alcolemico pari o superiore allo 0,50 per mille, ma inferiore allo 0,80 per mille, e se riconosce con la propria firma questo valore;
b. ha condotto un battello senza motore o ha partecipato alla sua conduzione, il valore più basso delle due misurazioni corrisponde a un tasso alcolemico pari o superiore allo 0,50 per mille, ma inferiore allo 1,10 per mille, e se riconosce con la propria firma questo valore.

Una persona che conduce un natante impiegato a titolo professionale, partecipa alla sua conduzione o esercita un servizio nautico a bordo è considerata inidonea alla guida se il valore più basso delle due misurazioni corrisponde a un tasso alcolemico pari o superiore allo 0,10 per mille, ma inferiore allo 0,80 per mille, e se riconosce con la propria firma questo valore.

Ottenimento del brevetto radar ufficiale e dell’autorizzazione ufficiale per la navigazione a mezzo radar (nuovo Capitolo)

È ammesso all'esame per l'ottenimento del brevetto radar ufficiale soltanto chi ha assolto il relativo corso di formazione. I corsi di formazione e gli esami per l'ottenimento del brevetto radar ufficiale sono condotti da organizzazioni riconosciute dall'Ufficio federale dei trasporti (UFT). L'UFT emana una direttiva che definisce i requisiti per l'organizzazione e i contenuti della formazione e dell'esame.

È ammesso all'esame per l'ottenimento dell'autorizzazione ufficiale per la navigazione a mezzo radar soltanto chi ha assolto il relativo corso di formazione. Il corso di formazione deve essere assolto presso un'impresa idonea e sotto la direzione di un istruttore titolare di un brevetto radar ufficiale. L'esame è condotto dall'istruttore dell'impresa.

Sugli esami deve essere redatto un rapporto da presentare all'autorità competente per il rilascio dei brevetti radar o delle autorizzazioni per la navigazione a mezzo radar. Il brevetto radar ufficiale e l'autorizzazione ufficiale per la navigazione a mezzo radar sono rilasciati tramite iscrizione nel permesso di condurre.

Chi non supera l’esame teorico o pratico per l’ottenimento del permesso di condurre, del brevetto radar ufficiale o dell’autorizzazione ufficiale per la navigazione a mezzo radar, ha la facoltà di ripeterlo. La ripetizione si estende, quando si tratta di quello teorico, all’intera materia; quando si tratta dell’esame pratico, lo stesso può essere limitato a quella parte che il candidato non aveva superato. L’esame pratico può essere ripetuto al più presto dopo un mese. Questa disposizione non si applica agli esami per conducenti di natanti militari.

Capitolo 2

Campo di validità (Correzione Capitolo 2.2)

Il permessi delle categorie A, C, D ed E sono valevoli su tutte le superfici d’acqua aperte alla navigazione. Sono parimenti valevoli sulle acque di confine, nella misura in cui accordi internazionali o disposizioni fondate su questi ultimi, concernenti la navigazione su dette acque, non impongano prescrizioni più severe per l’ammissione di conducenti. Il permesso della categoria B è valido soltanto sulle acque per le quali il conduttore è stato esaminato. La validità territoriale deve essere iscritta nel permesso di condurre se è limitata o se un accordo internazionale o prescrizioni fondate sul medesimo e concernenti il diritto di condurre natanti su determinate acque di confine impongono un’iscrizione ad hoc (decisione 06).

Il brevetto radar ufficiale vale su tutte le acque svizzere, comprese le acque di confine.
L’autorizzazione ufficiale per la navigazione a mezzo radar vale solo sulle acque per le quali il conduttore è stato sottoposto ad esame.

Assicurazione (Completamento Capitolo 2.7)

Nessun natante può essere messo in servizio o stazionare in acque aperte alla navigazione pubblica, fintanto che non sia stata stipulata un’assicurazione sulla responsabilità civile.
Se non utilizzati a scopo professionale, i seguenti natanti non sono sottoposti a un’assicurazione obbligatoria:

  1. natanti non motorizzati;
  2. gommoni con una lunghezza inferiore a 2,50 m;
  3. battelli a vela non motorizzati con una superficie velica fino a 15 m2.

Nonostante le eccezioni di cui sopra, i natanti utilizzati come kite surf sono sottoposti all’assicurazione obbligatoria.
L’assicuratore deve compilare un’attestato di assicurazione per l’autorità che rilascia la licenza di navigazione. Un nuovo attestato di assicurazione dovrà essere rilasciato all’autorità nel caso che un natante resti oppure venga rimesso in circolazione:

  1. dopo il cambiamento del proprietario o del detentore;
  2. dopo aver trasferito il luogo di stazionamento in un altro Cantone;
  3. dopo che l’assicuratore abbia notificato l’interruzione o la cessazione dell’assicurazione;
  4. in caso di sostituzione del contrassegno con un altro di numero diverso.

Applicazione dei contrassegni (Completamento Capitolo 2.8)

I contrassegni sono applicati sui due lati del natante, in modo ben visibile, a caratteri latini e cifre arabiche resistenti alle intemperie. Per i natanti con licenza di navigazione collettiva è sufficiente recare seco i contrassegni in posto ben visibile.
I caratteri ed i numeri devono avere almeno 8 cm di altezza per i natanti di lunghezza fino a 15 m, almeno 20 cm per gli altri natanti. La loro larghezza e lo spessore delle linee saranno adattati all’altezza. I caratteri ed i numeri devono essere chiari su uno sfondo scuro o scuri su uno sfondo chiaro e ben leggibili.
I Cantoni possono prevedere contrassegni con o senza un simbolo nautico o uno stemma supplementari.

Natanti non sdoganati (nuovo Capitolo)

ll prestito di natanti non sdoganati è ammesso soltanto con il consenso dell’Amministrazione federale delle dogane.
I natanti non sdoganati possono essere utilizzati in Svizzera unicamente da persone domiciliate all’estero. Chiunque, senza l’autorizzazione dell’Amministrazione federale delle dogane, cede gratuitamente o contro pagamento un natante non sdoganato a un terzo domiciliato in Svizzera, e chiunque prende in consegna un tale natante si rendono punibili a tenore delle prescrizioni doganali.

Iscrizione del detentore (nuovo Capitolo)

Se un natante ha più detentori, questi devono indicare alle autorità di immatricolazione una persona responsabile, che è iscritta nella licenza di navigazione come detentore.

Categorie per le imbarcazioni sportive (nuovo Capitolo)

Secondo la direttiva UE per le imbarcazioni sportive, queste ultime vengono certificate in funzione delle seguenti categorie:

  1. Alto mare: imbarcazioni predisposte per lunghe navigazioni in cui possono manifestarsi condizioni meteorologiche con venti superiori a 8 (della Scala-Beaufort) e onde superiori a 4 m e alle quali queste imbarcazioni possono resistere in maniera autonoma, tuttavia esclusivamente a condizioni atmosferiche estreme 
  2. Fuori dalle acque costiere: imbarcazioni predisposte per la navigazione al di fuori delle acque costiere in cui possono manifestarsi condizioni meteorologiche con venti fino a 8 ( della Scala-Beaufort) e onde fino a 4 m.
  3. Acque costiere: Predisposte per la navigazione nelle acque costiere, piccoli laghi, fiumi e canali in cui possono manifestarsi venti fino a 6 (della Scala- Beaufort e onde fino a 2 metri.
  4. Acque protette: imbarcazioni predisposte per la navigazione nelle acque protette lalcustre nelle piccole insnature,nei piccoli laghi, fiumi e canali in cui possono manifestarsi condizioni meteorologiche con venti fino a 4 (della Scala- Beauforte) e  significative onde fino a 0,3 m. di altezza e in occasione di onde fino a 0,5 m, per esempio fatte per mezzo di battelli di passaggio.

Capitolo 4

Mezzi di salvataggio (Completamento Capitolo 4.2)

Sulle attrezzature nautiche idonee alla competizione, sui fiumi fuori dalla zona rivierasca, sono autorizzati i mezzi di salvataggio previsti dalla legge.

Installazioni elettriche (nuovo Capitolo)

I sistemi elettrici devono essere installati in modo tale da garantire il perfetto funzionamento dell’imbarcazione in condizioni d’uso normali e in modo da ridurre al minimo possibile il rischio di incendio e folgorazione. Le installazioni elettriche superiori a 24 V montate sulle imbarcazioni sportive e da diporto devono essere sottoposte a ispezioni periodiche (cifra 414.3) eseguite da ditte o personale dotati di apposite autorizzazioni (controllori elettrici). Il risultato di tale controllo deve essere riportato su un verbale. Il detentore o il proprietariodevono accertarsi che le installazioni elettriche siano sempre con formi alle direttive. Essi sono inoltre tenuti a predisporre il controllo entro le scadenze previste.

Capitolo 5

Conducenti (Completamento Capitolo 5.1)

preparazione per un’intemperia
preparazione del natante prendendo delle misure di sicurezza per sostenere al meglio una tempesta

chiuse
sistema di paratie o saracinesche che servono a trattenere l’acqua e far salire il livello per rendere possibile la navigazione

ormeggiare
indica l’operazione di tenere ferma l'imbarcazione in un determinato punto legandola, per mezzo di funi o gomene, ad un luogo di stazionamento

RIFLETTORI RADAR
costruzione composta da più superfici metalliche che a seguito del loro posizionamento generano un segnale riflesso particolarmente forte per le stazioni radar

campo di giro boa
il battello gira attorno all'ancora o boa per via del vento o correnti

kite surf
un natante a vela con uno scafo compatto e rimorchiato da attrezzature per il volo non motorizzate (aquiloni, paracaduti ascensionali e dispositivi analoghi); l’attrezzatura per il volo è fissata mediante un sistema di cavi alla persona presente sul kite surf (ONI 2, cpv. a, cif. 16)

apparecchio Satnav
apparecchio per la navigazione satellitare; questa definizione comprende gli apparecchi dei sistemi satellitari GPS, GLONAS e Galileo (ONI 2, cpv. b, cif. 11)

tonneggiare
spostare, all'interno di un porto, un battello, trainandolo a mano mediante cavi

CALARE DEL VENTO
diminuzione del vento

parabordo
lista di diverso materiale montata sulla maggior larghezza dello scafo, quale protezione

ferramento
giunto o pezzo di rinforzo

Sbandamento
inclinazione laterale della barca conseguente all’azione del vento

EQUIPAGGIO
equipaggio del battello

bordo
il tratto percorso bordeggiando, tra una virata e la seguente

tenditore
fissaggio che parte da poppa verso prua rispettivamente da prua verso poppa (tenditore di poppa risp. di prua)

manuale del proprietario
contiene tutte le indicazioni necessarie per un corretto utilizzo di un‘imbarcazione sportiva

Genere di trasmissione (nuovo Capitolo)

Secondo lo scafo della barca, vengono utilizzati vari tipi di trasmissione.

I tipi più comuni di trasmissioni di imbarcazioni sono:

  • Trasmissione fuoribordo
  • Trasmissione Z
  • Trasmissione V
  • Trasmissione in linea o albero diretto
  • Trasmissione S
  • Trasmissione a getto o idrogetto


Nel motore di trasmissione fuoribordo, il motore, la trasmissione della potenza dall'elica cosi come il sistemo di raffreddamento e di scarico sono riassunti in uno chassis integrale. È guidata dai intera unità.


Motori
entrobordo con trasmissione Z sono montati lontano nella barca. La potenza viene trasmessa tramite un angolo a forma di Z albero motore dell'elica. È guidato dalla propulsione montata a poppa, il motore rimane rigida.


Motori entrobordo
con trasmissione V potranno essere installati mentre tutt’indietro nella barca, tuttavia vi è ancora spazio per il meccanismo dell'interruttore. La trasmissione di potenza all'elica è realizzato per mezzo di un albero a pignone retromarcia.


Motori
entrobordo con trasmissione in linea o albero diretto sono installati piuttosto a centro nella barca. Della scatola, un albero rigido passa attraverso la parte inferiore delle barca all'elica. È guidato da una pala di timone, che è montato dietro l'elica.


Motori entrobordo con trasmissione S
(saildrive) sono simili al tipo di costruzione di trasmissione Z, ma l'albero con la vite non può essere spostato lateralmente e di solito è installato al centro della barca. Spesso usato in combinazione con le viti articolate allungati alla navigazione a vela nel corrente. Le parti sommerse hanno solo bassa resistenza alla corrente.


Anche motori entrobordo con trasmissione a getto o idrogetto sono costruiti lontano nella barca. Quando l'acqua viene aspirata della propulsione a getto sotto la barca e accelerato nuovo espulsa attraverso un ugello sulla poppa.

Tutti i tipi di trasmissione esistono anche con doppia motorizzazione ad eccezione di quella a “S”.

Segnali di riferimento (nuovo Capitolo)

Segnalazione di obiettivi radar e di linee elettriche aeree.

Segnali supplementari per la navigazione a mezzo radar (se necessario) conformemente all’allegato 8 sezione V lettere A e B del regolamento di polizia del 1° dicembre 1993 per la navigazione sul Reno.

A. Segnalazione di obiettivi radar

          1. Galleggianti gialli con riflettori radar (p. es. sopra o sotto i piloni dei ponti)

        

         2. Asta con riflettore radar (sopra o sotto i piloni dei ponti)

        

 

B. Segnalazione di linee elettriche aeree

          1. Riflettori radar fissati alla linea elettrica aerea
               (visualizzati sul radar con una serie di punti che serve a identificare
               la linea elettrica aerea)

         

         2. Riflettori radar montati su due coppie di galleggianti gialli, di cui ognuna ancorata a una riva
              (ognuna visualizzata sul radar con due punti accostati che servono a identificare la
              linea elettrica aerea)

         

Capitolo 7

Nanti senza motore (Completamento Capitolo 7.5)

I battelli a remi possono portare un fanale a luce lampeggiante invece del fanale bianco ordinario visibile da ogni lato.

Capitolo 11

Navigazione in caso di scarsa visibilità (Correzione Capitolo 11.14)

In caso di scarsa visibilità (p. es. nebbia, nevischio, pioggia intensa) tutti i natanti devono adeguare la velocità alle circostanze esistenti. A questo proposito devono tenere conto del tipo e dell'ampiezza dell'attrezzatura per la navigazione disponibile e della segnalazione sulle acque o sul settore navigabile che stanno percorrendo.

Se le circostanze lo richiedono, i natanti devono arrestare la propria corsa.

I natanti che non sono equipaggiati con le installazioni per l’emissione dei segnali ottici e acustiti prescritti e che stanno navigando quando il tempo si offusca, devono raggiungere quanto prima un porto o avvicinarsi alla riva.

Il conduttore di un natante che rileva solo al radar la presenza di un'altra imbarcazione deve determinare se sussiste un pericolo di collisione. In tal caso, il conduttore deve prendere provvedimenti adeguati per evitare la collisione.

Uscita in caso di scarsa visibilità (nuovo Capitolo)

I natanti che escono in caso di scarsa visibilità devono essere equipaggiati con le istallazioni per l’emissione dei segnali ottici e acustici prescritti.

Devono inoltre adeguare la velocità alle condizioni di visibilità esistenti e devono essere equipaggiati almeno con una bussola, un apparecchio Satnav o un radar.
(Nota: E‘ necessario almeno uno dei tre apparecchi citati. Questi apparecchi non sottostanno ai requisiti di cui alla cifra 416.7 per l’equipaggiamento per la navigazione a mezzo radar).

Durante la navigazione a mezzo radar il conduttore del natante deve conoscere in misura sufficiente il funzionamento dell’apparecchio radar e le modalità di valutazione delle relative informazioni o ricorrere all’ausilio di un radarista qualificato.
(Nota: Per il conduttore non è richiesto il brevetto radar ufficiale nè l’autorizzazione ufficiale per la navigazione a mezzo radar).

Navigazione a mezzo radar (nuovo Capitolo)

I natanti che navigano a mezzo radar devono disporre almeno del seguente equipaggiamento per la navigazione:

      a. Indicatore di velocità di virata;
      b. apparecchio radar;
      c. apparecchio Satnav;
      d. radiotelefono conforme alle norme legali in materia di telecomunicazioni; gli impianti di
          radiocomunicazione marittimi non possono essere utilizzati.
          (Per i requisiti dell’equipaggiamento per la navigazione vedi cifra 416.7)

I battelli in servizio regolare che circolano secondo un orario ufficiale devono essere dotati di un equipaggiamento per la navigazione pronto all’uso.

Al conduttore spetta saper utilizzare un apparecchio radar, Satnav o radio in qualunque momento in tutta sicurezza. Se necessario è tenuto a frequentare un apposito corso di formazione.

Il conduttore o il radarista deve essere titolare di un brevetto radar ufficiale o di un’autorizzazione ufficiale per la navigazione a mezzo radar

Durante la navigazione a mezzo radar il conduttore del natante deve tenere il radiotelefono pronto a ricevere e trasmettere sul canale OUC 16.
Il canale OUC 16 può essere utilizzato solo per inviare le informazioni necessarie per il servizio di salvataggio e la sicurezza della navigazione.
Il rilascio della concessione di radio comunicazione per l’esercizio del radiotelefono è retto dall’ordinanza del 9 marzo 2007 sulla gestione delle frequenze e sulle concessioni di radio comunicazione.

Capitolo 13

Prevenzione degli incidenti (nuovo Capitolo)

Le istruzioni riportate nella parte che segue possono contribuire alla prevenzione delle situazioni di emergenza. Esse non devono essere considerate né conclusive, né esaustive.

  • Durante la manipolazione di cordame è opportuno indossare speciali guanti di protezione. Una fune che scorre rapidamente tra le mani può causare bruciature molto dolorose.
  • Indossare un abbigliamento adeguato e delle buone calzature con suola antiscivolo.
  • Comportarsi secondo le regole del mare sull’imbarcazione e nei pressi della stessa.
  • Familiarizzare in anticipo con l’imbarcazione propria o di terzi.
  • Verificare la posizione e il funzionamento dell’attrezzatura di emergenza (materiale di soccorso, estintori, farmacia di bordo, materiale di segnalazione e d’allarme).
  • Accertarsi del funzionamento e della manipolazione degli estintori.
  • Essere consapevoli dei rischi derivanti dalla manipolazione di combustibili.
  • Essere in forma per condurre un’imbarcazione.
  • Fare particolare attenzione sulle imbarcazioni dotate di installazioni a gas.
  • Usare cautela sulle imbarcazioni dotate di installazioni elettriche.
  • Prestare un’attenzione maggiore se a bordo vi sono bambini o persone anziane.
  • I passeggeri, in particolare i bambini, dovrebbero occupare unicamente i posti a loro destinati.
  • Istruire le persone a bordo sull’uso dell’attrezzatura di soccorso e sulle procedure da adottare nelle situazioni di emergenza.
  • Indossare con la dovuta tempestività il giubbotto salvagente.
  • Spegnere sempre il motore durante la balneazione, in caso di uomo in mare e per il ricupero di sciatori nautici.
  • Informarsi sulle condizioni meteo ed aggiornarsi continuamente sull’evoluzione del tempo.

Capitolo 14

Practicare il kite surf (nuovo Capitolo)

La pratica del kite surf è permessa unicamente nella spazi appositamente autorizzati.

Capitolo 15

Nuova definizione d'avviso di tempesta (Completamento Capitolo 15.6)

Avviso di forte vento
Venti 25-33 nodi (ca. 46-61 km/h)
40 accensioni al minuto

Avviso di tempesta
Venti più di 33 nodi (ca. 61 km/h)
90 accensioni al minuto


Una versione stampabile con tutti i rinnovi si possono trovare qui:

Scarica qui!